Sport sicuro per i bambini. I consigli del pediatra

sport sicuro

Lasciamo stare per ora “la casa sicura” per dedicarci ad un argomento altrettanto importante e forse poco conosciuto: lo “sport sicuro”.

Dopo l’estate, si ritorna alle attività di tutti i giorni. I nostri bambini tornano a scuola e molti di essi praticano attività sportiva al di fuori delle ore scolastiche. Ma ci siamo mai chiesti se gli ambienti e le situazioni in cui vengono a trovarsi sono “sicure” e “a misura di bambino”?

Sport sicuro

Gli incidenti sportivi sono la prima causa di infortunio nei bambini dopo gli 8 anni, ancora più frequenti di quelli stradali, ciò anche per la scarsa conoscenza del problema e per la superficialità con cui tuttora vengono affrontati i temi riguardanti l’attività sportiva in generale.

Iniziamo dicendo che nell’età evolutiva, almeno fino ai 10 anni, l’attività sportiva deve essere considerata come un “gioco” e non deve per nessun motivo alterare il normale sviluppo fisico e psichico del bambino, con un aumentato ritmo di allenamenti e di gare o con lo svolgimento di attività sportive di tipo specialistico non compatibili con l’età stessa del bambino. Non sempre tali principi vengono rispettati, e quindi le situazioni di rischio possono aumentare.

I bambini infatti sono più esposti agli incidenti e, in particolare, ai traumi da sport per una serie di motivi:

riflessi immaturi
incapacità a riconoscere e valutare i rischi
coordinazione motoria non ben sviluppata

Gli incidenti sportivi hanno peraltro un alto costo sanitario in quanto la scarsa conoscenza del problema non fa che aumentare le sequele e gli esiti: ecco perché è necessario impostare una campagna di prevenzione.

L’evento traumatico per fortuna non sempre è così grave da provocare vere e proprie emergenze: in genere sono traumi agli arti inferiori e superiori mentre di altra gravità è il trauma cranico che occorre comunque in una buona parte degli eventi traumatici e può interessare diverse discipline sportive, alcune perché il rischio è insito nelle caratteristiche dello sport (rugby, football, hockey), altre perché il trauma cranico è provocato da incidenti di gioco fortuiti ma possibili.

Nel prossimo appuntamento parleremo di come possiamo prevenire gli infortuni sportivi.

corso online manovre disostruzione

Articoli Correlati

Con la famiglia vicino, la malattia sembra un po' più lontana

Dona ora e costruiamo insieme la loro casa lontano da casa.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Vuoi aggiungere i dati necessari per una ricevuta valida?
Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale donazione: €30 Una Tantum