Acquisto attrezzature per l’autonomia

Nelle politiche di sostegno alla domiciliarità la casa dell’anziano ha un posto centrale. La casa può essere “nemica” nei confronti dell’anziano con ridotta autonomia funzionale poiché inadatta ad accoglierlo. D’altro canto spesso è proprio la casa – come  il luogo degli affetti e dei ricordi – che costituisce il legame con la propria vita passata, che orienta il futuro. Come permettere allora all’anziano di continuare a vivere nella propria casa, a cui è così legato, superando le difficoltà abitative? 

L’obiettivo del progetto è stato proprio quello di superare gli ostacoli, le difficoltà, le barriere architettoniche che l’alloggio presenta per renderlo nuovamente “amico” dell’anziano.

Il progetto si è prefisso di aiutare persone anziane parzialmente o totalmente non-autosufficienti attraverso dei vaucher finalizzati alla copertura di spese specifiche secondo le necessità personali.

Per ogni anziano si è stilato un progetto di aiuto personalizzato con una vasta gamma di interventi suddivisi in due categorie:

Ausili. fornitura di tutti quegli ausili necessari al mantenimento dell’autosufficienza o di una parziale autosufficienza o che comunque aumentino l’autonomia funzionale. Si tratta di presidi che non sempre sono garantiti gratuitamente dal Servizio Sanitario Nazionale quali: deambulatori, sollevatori, poltrone semovibili, letti ortopedici, maniglie, corrimani e sostegni, girelli, carrozzelle speciali, montascale, ascensori, etc.

Interventi architettonici: rimozione di eventuali barriere architettoniche o punti critici dell’abitazione dell’anziano che costituiscono impedimento alla mobilità o pericolo di incidenti domestici per permettergli di continuare a vivere a casa propria. A titolo di esempio tali interventi hanno riguardato: la rimozione di scalini interni, di angoli sporgenti, la risistemazione del bagno o della cucina, la messa a norma degli impianti e degli elettrodomestici. 

NEWS DAL PROGETTO

La bicicletta a triciclo di Livio

“Quando una crisi sta per arrivare, racconta Paola, la mamma, Livio si tocca la testa per manifestarci il suo malessere. Oggi Livio fa una riabilitazione impegnativa, si

Leggi »

Il tuo aiuto, la loro forza.
Fai subito una donazione.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Vuoi aggiungere i dati necessari per una ricevuta valida?
Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale donazione: €30 Una Tantum