Cercasi baby-sitter disperatamente: qualche consiglio

Dopo aver trascorso gli ultimi mesi ad accudire il tuo bambino, arriva una mattina in cui ti svegli e ti ricordi che oltre ad essere una mamma sei anche una donna lavoratrice.

E ora chi si prenderà cura di tuo figlio?

Se non ci sono i nonni e non conosci nessuno che possa darti una mano, la prima cosa che ti verrà in mente sarà quella di cercare una baby-sitter.

La ricerca di una tata che si prenda cura di un bambino, soprattutto quando è molto piccolo, non è sempre facile e richiede molte energie da parte dei genitori e qualche consiglio utile.

Per prima cosa l’aspirante baby-sitter dovrà essere una persona portata per la cura dei bambini, con un forte senso di responsabilità, affidabile, matura, paziente e carica di vitalità fisica e mentale. Possibilmente non troppo giovane e neanche troppo anziana.

Una baby-sitter affettuosa, che abbia feeling con i bambini, ma che sia allo stesso tempo capace di farli rispettare le buone regole in intesa con i genitori, è il secondo elemento da non trascurare.

Nel corso del primo colloquio con le candidate è importante porre loro del domande sul concetto di sicurezza in casa e a tavola.  Quali sono secondo loro le situazioni di pericolo da cui tenere lontani i bambini. Se sono in grado di riconoscere gli oggetti, i giochi e gli alimenti pericolosi e se conoscono le regole di somministrazione dei cibi ai più piccoli. Ad esempio, come preparare la carne, il pesce, come tagliare la mozzarella, la mela e la pera affinché non causino rischi di soffocamento per i bambini.

Non ultimo, ricordate che l’esperienza e la predisposizione naturale sono elementi importanti, ma non bastano. Per essere un buona bambinaia servono delle competenze e una formazione specifica in materie educative, psicopedagogiche e di primo soccorso pediatrico.

Durante il primo periodo di inserimento della tata in famiglia è importante osservarla attentamente per assicurarsi che sappia come cosa fare in caso di emergenza, se i piccoli si fanno male giocando o se va di traverso un alimento.

In quest’ultimo caso accertatevi sempre che vostra prescelta conosca le manovre di disostruzione pediatrica e se non le conosce invitatela a seguire il nostro corso online.

Infine, genitori, baby-sitter e tutti quelli che hanno a cuore la salute dei bambini sono invitati a partecipare alla prima Giornata Nazionale sulle manovre di disostruzione in età pediatrica.

La registrazione consente di ricevere l’attestato di partecipazione.

Eventbrite - Chi salva la vita di un bambino è un grande

giornata-nazionale-disostruzione

Articoli Correlati

Con la famiglia vicino, la malattia sembra un po' più lontana

Dona ora e costruiamo insieme la loro casa lontano da casa.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Vuoi aggiungere i dati necessari per una ricevuta valida?
Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale donazione: €50 Una Tantum