Per salvare una vita non servono supereroi

L’edizione 2013, in collaborazione con Croce Rossa Italiana, è partita con la consueta settimana di sensibilizzazione e raccolta fondi sulle reti RAI che si è svolta dal 15 al 21 aprile. E’ poi continuata nelle piazze italiane fino al 31 ottobre grazie all’impegno dei volontari della Croce Rossa.

Come nelle due precedenti edizioni, Trenta Ore per la Vita è tornata ad occuparsi del tema della morte per arresto cardiaco improvviso in persone apparentemente sane. Gli obiettivi della campagna sono stati quelli di diffondere nella popolazione la cultura del primo soccorso in situazioni di emergenza; far conoscere le semplici manovre di rianimazione cardio-polmonare nonché quelle relative alla disostruzione pediatrica; incrementare quanto più possibile, nelle scuole statali e nelle strutture sportive pubbliche, la disponibilità di defibrillatori; formare gratuitamente, attraverso corsi BLS-D (Basic Life Support-Defibrillation) tenuti da istruttori della Croce Rossa Italiana, non meno di 4 persone per ogni struttura assegnataria di un defibrillatore.

Anche l’edizione 2013, come di consueto, ha presentato un progetto speciale: “Case famiglia Trenta Ore per la Vita”, a favore dell’ A.G.O.P (Associazione Genitori Oncologia Pediatrica) per la realizzazione de La Casa a Colori”.

NEWS CORRELATE

Il tuo aiuto, la loro forza.
Fai subito una donazione.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Vuoi aggiungere i dati necessari per una ricevuta valida?
Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale donazione: €30 Una Tantum