Laboratorio per lo studio del rigetto cronico del rene trapiantato

Molte malattie renali, congenite o acquisite, conducono alla insufficienza renale cronica.   Questa condizione è spesso evolutiva e determina una situazione di insufficienza renale terminale, condizione non compatibile con la vita.
La sopravvivenza in questi casi è possibile grazie alla dialisi (emodialisi o dialisi peritoneale), ma la riabilitazione si ottiene solo con il trapianto di rene.
Al momento dell’inizio della dialisi i bambini seguiti presso la divisione di Nefrologia, Dialisi e Trapianto dell’Istituto G. Gaslini di Genova vengono inseriti in lista di attesa di trapianto.
La gestione del trapianto richiede un’organizzazione nel pre-trapianto, competenza chirurgica ed una accurata assistenza continuativa nel periodo post–trapianto.
Nonostante la compatibilità tra donatore e ricevente e una adeguata terapia antirigetto, è spesso possibile osservare un lento e progressivo deterioramento della funzione renale, che viene definito rigetto cronico.
 
Al fine di prevedere, prevenire e controllare il rigetto cronico sono allo studio tecniche particolari, destinate a evidenziare i fattori responsabili del danno renale. Per queste indagini sono stati acquistati: un sistema composto da microscopio, telecamera, computer, scheda di interposizione, software, macchina fotografica;   inoltre  apparecchiature di laboratorio che possano consentire l’esecuzione di culture cellulari che devono essere effettuate in aree riservate, mantenendo sterilità e particolari condizioni di atmosfera a livelli costanti di CO2 .
 

 

NEWS DAL PROGETTO

Sembra che non ci siano risultati per la ricerca che hai eseguito.

Il tuo aiuto, la loro forza.
Fai subito una donazione.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Vuoi aggiungere i dati necessari per una ricevuta valida?
Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale donazione: €30 Una Tantum