Come a casa con mamma e papà

Progetto Home
L’Associazione Gianmarco De Maria (AGDM) nasce con l’obiettivo di prendersi cura di ogni bambino che, per un motivo qualsiasi, si trova a trascorrere un periodo più o meno lungo della sua vita ospite dei reparti pediatrici dell’Ospedale “Annunziata” di Cosenza, impegnandosi affinché il reparto sia in grado di accogliere “nel modo migliore possibile” ogni piccolo ospite, donandogli quanto di meglio si possa offrire nel campo dell’accoglienza e dell’assistenza. A tal fine l’Associazione AGDM ha chiesto l’aiuto di Trenta Ore per la Vita per restaurare il Reparto materno infantile dell’Azienda Ospedaliera “Annunziata” di Cosenza.Sono due le aree da ristrutturare e adeguare a quelli che sono i moderni standard di qualità di un Ospedale attento ai bisogni dei suoi piccoli pazienti. Le Unità Operative di pediatria, la sezione di emato-oncologia pediatrica e la Chirurgia Pediatrica saranno accorpate in un unico grande ambiente, ad intensità di cura. L’intervento di ristrutturazione garantirà ampi spazi, luoghi di prima accoglienza, stanze di degenza essenziali e confortevoli, sala ristoro, ludoteche, scuola e, soprattutto, darà spazio alla fantasia dei bambini che saranno chiamati a decorare con i loro disegni colorati i diversi ambienti del reparto.

Progetto Home

Obiettivo

Il progetto si propone di migliorare l’accoglienza dei bambini e delle loro famiglie coinvolgendo in tali attività l’intero dipartimento materno-infantile dell’ospedale di Cosenza. Tutto quello che riguarda la salute del bambino, parte o arriva comunque in ospedale. Le diagnosi di malattie, più o meno gravi, vengono fatte tra le sue mura, così come la maggior parte delle cure. L’intenzione è di accoglierlo e assisterlo al meglio, creando attorno a lui un ambiente adeguato alla sua età e condizione, perché un bambino in ospedale rimane sempre un bambino con i suoi giochi, capricci, gusti e, come tale, va accolto e considerato.

La migrazione sanitaria per tali malattie rappresenta ancora un problema rilevante e non risolto definitivamente. Sono ancora molte le famiglie che preferiscono lasciare la Calabria per curare i propri piccoli. Per le patologie tumorali infantili si è constatato, negli ultimi anni, grazie alla presenza di una Unità Operativa pediatrica accogliente e organizzata come quella di Cosenza, un importante calo della migrazione; con la ristrutturazione di un reparto che segue le linee guida regionali in tema di salute si può ulteriormente diminuire questo dato.

L’associazione beneficiaria

L’Associazione si è costituita nel marzo del 2002 e porta il nome di un bambino volato in cielo il 17 settembre del 2000. Interviene per risolvere quei piccoli e banali problemi quotidiani legati alla permanenza in ospedale che non sono necessariamente di pertinenza medica. Proprio per questo motivo l’AGDM ha formato e continua a formare in modo permanente i volontari, a cominciare da coloro che tengono compagnia ai bambini e ai loro genitori in corsia.


Articoli Correlati

Con la famiglia vicino, la malattia sembra un po' più lontana

Dona ora e costruiamo insieme la loro casa lontano da casa.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Vuoi aggiungere i dati necessari per una ricevuta valida?
Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale donazione: €30 Una Tantum