Serafina e la finestra aperta

Io non ho più un marito: mi ha lasciato per un’altra donna.

Non ho più una casa perché è bruciata durante i disordini di Soweto l’anno scorso in Sud Africa.

Sono nata in Mozambico: io e mio marito abbiamo cercato fortuna in Sud Africa, come fanno in molti.

Abbiamo avuto tre figlie, e abbiamo scoperto che la più piccola è sieropositiva… e che lo sono anche io.

Mio marito non è stato un buon marito, né un buon padre. Ha conosciuto un’altra donna e probabilmente è lei che ci ha infettato.

La mia vita era un inferno, ho preso le mie bambine e sono tornata a casa. Tutti i giorni penso a quello che sarebbe potuto succedere se fossimo rimasti lì.

Io e mia figlia stiamo facendo il trattamento e ora stiamo bene. Un giorno vorrei diventare infermiera.

Nel mio paese abbiamo un proverbio che dice “Quando si chiude una porta, si apre una finestra”. Non ho più una casa ma lavoro come attivista del programma DREAM, che è la mia grande speranza.

LEGGI ALTRE STORIE

Aderito: un bambino grande

Aderito sta lottando contro la malattia: prende le medicine, va a scuola ed è molto intelligente. È lui che ricorda a noi di prendere i farmaci.

Leggi »

Fai la differenza.
Sostieni Trenta Ore per la Vita

Seleziona il metodo di pagamento
Come vuoi donare?
Scegli la tua modalità di pagamento preferita
Informazioni personali

Vuoi aggiungere i dati necessari per una ricevuta valida?
Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale della donazione: €9,00 Una Tantum