Il blog di
Onda per la Vita
Onda per la Vita

In Lombardia le manovre anti soffocamento si studiano ai corsi preparto

Scritto da Onda per la Vita il 04/06/2015

Lo scorso 25 marzo il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge che rende obbligatoria la conoscenza delle manovre di disostruzione in età pediatrica per gli operatori di tutti i centri, scuole e asili, che hanno a che fare quotidianamente con i bambini.

Manovre anti soffocamento ai corsi preparto

Ma la grande novità è che, finalmente, anche nei corsi di preparazione al parto saranno insegnate le manovre anti soffocamento per i lattanti e bambini. E i neo genitori, sistematicamente formati, potranno fare fronte serenamente alle emergenze.

Un segnale di forte cambiamento, che pone al centro dell’attenzione politica la tutela della salute e la prevenzione dei rischi di soffocamento dei bambini. La norma, già in vigore a tutti gli effetti, porterà diverse modifiche in base al tipo di struttura (di competenza del MIUR, regionale, etc.).

Massimiliano Romeo, primo firmatario del provvedimento nel Consiglio Regionale, entra, per Trenta Ore per la Vita, nel dettaglio della nuova legge. Non prima di una precisazione necessaria: “le istituzioni scolastiche dipendono dal MIUR, pertanto la Regione Lombardia non può intervenire direttamente ma può, nel rispetto delle reciproche competenze, promuovere azioni di sensibilizzazione, comunicazione e coinvolgimento”.

Vediamo allora quali sono.

“Per quanto riguarda le scuole la norma regionale prevede tre tipi diversi di azioni”, ci spiega Romeo.

“La prima è la promozione di percorsi informativi e formativi sulle tecniche salvavita rivolti al personale docente e non docente, alle famiglie e agli studenti”. Il processo si attiverà attraverso protocolli di intesa con le diverse istituzioni operanti nel campo scolastico.

Al fianco di questa attività è prevista una campagna di sensibilizzazione e comunicazione prima dell’inizio di ogni anno scolastico. “La Regione informerà i dirigenti scolastici sulla possibilità di far partecipare il personale docente e non docente alla formazione”, continua Romeo.

Infine, è prevista una specifica premialità nei criteri dei bandi e nell’erogazione di contributi a favore delle scuole dell’infanzia che realizzano i corsi sulle manovre di primo soccorso.

La normativa agisce, invece, diversamente su tutte le strutture di competenza Regionale in ambito socio-sanitario. Un emendamento prevede, infatti, che tutto il personale che opera in questo ambito conosca le manovre di disostruzione pediatrica e le tecniche di primo soccorso.

“Questo è un passaggio molto importante perché non sono toccate solo le strutture che si occupano di bambini – afferma Romeo – ma tutte gli organismi in ambito sociale e sociosanitario, in quanto sappiamo che un’ostruzione alle vie aeree può colpire anche gli adulti”.

Con la Regione Lombardia si apre una fase nuova per la salute e la sicurezza dei bambini, un soffio di energia per l’Onda per la Vita che ci fa sperare e volare sempre più in alto.

 

Lascia un Commento

ARTICOLI CORRELATI
17-04-2018
Liberi tutti...
Lo scorso 25 marzo il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge che rende obbligatoria la conoscenza delle manovre…
26-07-2016
Alimenti pericolosi: i consigli per servire la mela in modo corretto
Lo scorso 25 marzo il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge che rende obbligatoria la conoscenza delle manovre…
16-10-2015
Aiuto mio figlio non mangia
Lo scorso 25 marzo il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge che rende obbligatoria la conoscenza delle manovre…
06-07-2015
Caldo e afa, 10 consigli per proteggere i bambini
Lo scorso 25 marzo il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge che rende obbligatoria la conoscenza delle manovre…
08-06-2015
In Emilia Romagna la sicurezza dei bambini parte dalle mense scolastiche
Lo scorso 25 marzo il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge che rende obbligatoria la conoscenza delle manovre…

ASSOCIAZIONE TRENTA ORE PER LA VITA ONLUS

Via Della Giuliana, 80 - 00195 Roma - associazione@trentaore.org

Tel 06 39.72.55.71 - Fax 06 39.72.04.52 - C.F. 96335540587