Il blog di
Roberta Brucoli
Roberta Brucoli

Ecco come ho salvato mio figlio dal soffocamento

Scritto da Roberta Brucoli il 23/11/2015

Nel corso della nostra attività di divulgatori di manovre di disostruzione pediatrica (anti soffocamento) e rianimazione cardiopolmonare riceviamo con grande piacere testimonianze di come una nostra lezione, un nostro corso, sia stato tanto utile da permettere a qualcuno di agire nel modo giusto, al momento del bisogno. E queste sono le nostre grandi soddisfazioni e la benzina che ci spinge ad andare avanti nella nostra missione.

Oggi, invece, vi porto la mia personale esperienza… da mamma.

E’ successo lo scorso 22 settembre, a casa. Il mio bimbo grande, di quasi 5 anni, era sul divano, mangiava un pezzo di pane. Come d’abitudine era sott’occhio, non lo lascio mai mangiare da solo, e, come sempre, gli è stato chiesto di mangiare composto, a piccoli morsi ma… sono bambini. Ero lì vicino, seduta su una poltrona con le gambe sollevate.. con il mio pancione all’ottavo mese di gravidanza, ed ho girato la testa per un minuto… Riguardandolo ho notato uno sguardo atterrito, “occhi di fuori”, e la bocca aperta… non tossiva, non emetteva suoni..

Ho fatto un balzo, pancione e stanchezza sono svaniti in quel momento, sono stata da lui in un attimo e mi sono trovata a fargli la manovra di Heimlich.. due compressioni ed è andato tutto a posto. Un attimo e si è risolto tutto.

Panico? No Problemi nel ricordare cosa fosse il caso di fare? Nessuno. Difficoltà ad applicare la manovra? Nessuna Bella forza, sono un istruttore!

Ebbene no, in quel momento ero una mamma, che si è resa conto che il figlio era in seria difficoltà.

Ma, sì, come istruttore, conosco bene le manovre e le ho ripetute all’infinito. Ma è proprio questo il messaggio che vi voglio trasmettere: la formazione fa la differenza.

Può succedere a chiunque, in qualsiasi momento. Frequentate i corsi, stampate i poster, chiedete a chi è attorno a voi di informarsi. E continuate a farlo, non fermatevi ad uno sguardo veloce, non fatevi prendere dalla pigrizia “tanto l’ho già seguito mesi e mesi fa”, non pensate “ok sì la prossima volta”.

Fate in modo che la paura si trasformi in sicurezza. Ed in questo, uno strumento prezioso è di certo anche il corso online di Trenta ore per la vita.

 

Lascia un Commento

ARTICOLI CORRELATI
21-09-2015
Manovre di disostruzione pediatrica. Un corso per le future mamme
Nel corso della nostra attività di divulgatori di manovre di disostruzione pediatrica (anti soffocamento) e rianimazione cardiopolmonare riceviamo con grande…
26-03-2015
Auto-svezzamento, ogni cosa a suo tempo
Nel corso della nostra attività di divulgatori di manovre di disostruzione pediatrica (anti soffocamento) e rianimazione cardiopolmonare riceviamo con grande…
16-02-2015
Allattamento: le posizioni ideali per evitare il soffocamento nei neonati
Nel corso della nostra attività di divulgatori di manovre di disostruzione pediatrica (anti soffocamento) e rianimazione cardiopolmonare riceviamo con grande…
20-01-2015
Il blog di una mamma, esperta in allattamento al seno
Nel corso della nostra attività di divulgatori di manovre di disostruzione pediatrica (anti soffocamento) e rianimazione cardiopolmonare riceviamo con grande…

ASSOCIAZIONE TRENTA ORE PER LA VITA ONLUS

Via Della Giuliana, 80 - 00195 Roma - associazione@trentaore.org

Tel 06 39.72.55.71 - Fax 06 39.72.04.52 - C.F. 96335540587