Il blog di
Progetto Home
Progetto Home

Come cresce la Casa di Fausta

Scritto da Progetto Home il 20/10/2015

Erio Bagni, presidente di ASEOP (Associazione Sostegno Ematologia Oncologia Pediatrica), ci racconta le sue emozioni nel vedere l’esterno della “Casa di Fausta”, una delle iniziative del progetto Home, quasi a fine lavori. La struttura sta sorgendo di fronte al Policlinico di Modena e ospiterà gratuitamente le famiglie costrette a lasciare la propria casa per seguire le lunghe cure dei propri figli malati di tumore.

casa di fausta modena

Davanti al cantiere abbiamo messo una webcam per far vedere a tutti coloro che ci sostengono la concretezza di questo progetto. A te che effetto fa vedere con i tuoi occhi la “Casa di Fausta”?

È una sensazione meravigliosa. Solo alcuni mesi fa su quel terreno di fronte all’entrata del pronto soccorso del Policlinico di Modena c’era un prato incolto, oggi si vede una splendida casa. La cosa che mi sta maggiormente a cuore è pensare che tra qualche mese potranno accedervi i bambini con patologie complesse come i tumori accompagnati dalle loro famiglie. È una cosa che riempie il cuore. È un sogno che va verso la sua realizzazione.

C’è stato un momento in cui hai pensato di non farcela?

casa di Fausta Modena

Cerimonia posa della prima pietra (28 marzo 2015)

Più volte. Ma una cosa è certa: ho imparato che nella vita le difficoltà vanno affrontate e superate. Nel momento in cui abbiamo condiviso la posa della prima pietra il 28 marzo scorso, ho capito che qualsiasi difficoltà non mi avrebbe mai spaventato. Gli ostacoli fanno parte del percorso, in particolare nei progetti importanti. La Casa di Fausta è un progetto di assistenza concreto, in questi casi prima o poi il risultato arriva. Abbiamo dimostrato cosa si può fare mettendo insieme le energie di tanti, a cominciare da chi ha condiviso subito con noi questo progetto. Se questo progetto ha potuto avere un avvio, è stato anche grazie a Trenta Ore per la Vita.

Da fuori la casa sembra quasi completa. Per quanto riguarda gli interni a che punto siamo?

Sono state fatte tutte le pareti divisorie e le infrastrutture per poter avere gli impianti di condizionamento. Nelle prossime settimane comincerà la posa della pavimentazioni. C’è ancora tanto lavoro da fare. Ma soprattutto ci sono ancora tanti fondi da raccogliere.

Fino al 31 ottobre 2015 puoi donare per la Casa di Fausta:

POSTA: c.c.postale 571.000
BANCA: c/c 303019– Banca Monte dei Paschi di Siena (IBAN: IT96 X 01030 03217 000000303019)
Entrambi intestati a: Associazione Trenta Ore per la Vita onlus.
Causale: progetto la Casa di Fausta

CARTE DI CREDITO:
Numero verde 800-33.22.11
Online sul nostro sito cliccando qui

 

Lascia un Commento

ARTICOLI CORRELATI
03-07-2018
A Pavia nuovi spazi e una nuova scuola per 8.500 bambini malati di tumore in cura al San Matteo
Erio Bagni, presidente di ASEOP (Associazione Sostegno Ematologia Oncologia Pediatrica), ci racconta le sue emozioni nel vedere l’esterno della “Casa…
15-02-2017
Un servizio di sostegno psico-oncologico nella casa di Peter Pan
Erio Bagni, presidente di ASEOP (Associazione Sostegno Ematologia Oncologia Pediatrica), ci racconta le sue emozioni nel vedere l’esterno della “Casa…
30-09-2016
Federica, una piccola guerriera
Erio Bagni, presidente di ASEOP (Associazione Sostegno Ematologia Oncologia Pediatrica), ci racconta le sue emozioni nel vedere l’esterno della “Casa…
07-06-2016
La meraviglia della normalità
Erio Bagni, presidente di ASEOP (Associazione Sostegno Ematologia Oncologia Pediatrica), ci racconta le sue emozioni nel vedere l’esterno della “Casa…
26-05-2016
Il sogno di Anna Maria Alfani
Erio Bagni, presidente di ASEOP (Associazione Sostegno Ematologia Oncologia Pediatrica), ci racconta le sue emozioni nel vedere l’esterno della “Casa…

ASSOCIAZIONE TRENTA ORE PER LA VITA ONLUS

Via Della Giuliana, 80 - 00195 Roma - associazione@trentaore.org

Tel 06 39.72.55.71 - Fax 06 39.72.04.52 - C.F. 96335540587